Tesla Model X: la prova del sistema di infotainment [VIDEO]

Recensione Tesla Model X: lusso allo stato elettrico [VIDEO]

La Tesla Model X è il massimo che attualmente la casa americana può proporre sul mercato. Stiamo infatti parlando del SUV di grosse dimensioni che ha nelle ali di falco il suo punto di forza. Dopo la nostra prova su strada in questo articolo approfondiremo il sistema di infotelematica della vettura.

ll cuore della plancia della Model X è tutto racchiuso nel grande schermo touch da 17” a sviluppo verticale. I tasti fisici sono sono soltanto due: uno sulla parte destra che serve per aprire il cassetto e uno sulla parte sinistra che serve per azionare le 4 frecce. Tutto il resto è touch. Inizialmente sarà un po’ dura destreggiarsi tra tutti i vari menu, ma una volta che ci si è fatta la mano il tutto diventa abbastanza agevole.

Anche la gestione della vettura avviene tutta tramite lo schermo. Posso infatti alzare o abbassare le sospensioni pneumatiche -sono presenti cinque livelli di altezza-, o agire sulla tipologia dello sterzo -selezionabili tra sport, comfort e standard-. Una particolarità del sistema di sospensioni pneumatiche è la geolocalizzazione. Infatti, se siamo costretti ad alzare la macchina per affrontare una determinata rampa, la macchina memorizza il punto e la prossima volta che ci troveremo ad affrontare quella rampa si alzerà automaticamente.

Tesla Model S 100D: il futuro è adesso. La nostra prova dello stato dell’arte della mobilità elettrica [RECENSIONE]

Nell’applicazione è presente una completa gestione dell’apertura delle porte della vettura; rispetto alla Model S è possibile aprire le portiere ad ali di falco. Si possono inoltre avanzare i sedili posteriori per permettere ai passeggeri che occupano la terza fila di salire più agevolmente. Nelle ultime versioni è stata introdotta la modalità chill che “addolcisce” l’erogazione del motore. Presente la possibilità di settare l’entità dell’effetto frenante.

Le icone del sistema sono collocate sopra lo schermo e possono essere spostate. La parte della musica è molto completa; abbiamo la radio DAB e l’abbonamento a Spotify premium. La Model X è una macchina sempre connessa grazie alla presenza di una schedina dati che però, è bene precisarlo, da hotspot.

Il navigatore presente utilizza le mappe di Google Maps, il funzionamento è ottimo ed inoltre c’è la possibilità di visualizzare i punti di ricarica suddivisi per supercharger e per destination charger.

Anche la climatizzazione è gestibile esclusivamente dal pannello touch. In questo caso i comandi sono nella parte sotto del pannello; si possono sia riscaldare che refrigerare tutti i sedili.

Non manca ovviamente la parte preposta alla gestione dell’energia dove posso andare a monitorare il consumo e lo storico dei consumi e delle ricariche.

La connessione tra la Tesla è la vettura avviene attraverso un’apposita app –NELLA NOSTRA RECENSIONE ABBIAMO DESCRITTO IL FUNZIONAMENTO DELL’APPLICAZIONE- dalla quale posso parcheggiare la vettura stando anche fuori da essa, oppure avviare la climatizzazione, oltre a sapere dov’è localizzata la vettura.

IN BREVE

L’infotelamatica che Tesla implementa sulla Model S e sulla Model X è molto completa e facilmente gestibile tramite touch. Molto probabilmente anticipa le tendenze anche se rimaniamo fortemente convinti che qualche tasto fisico in più non avrebbe di certo fatto male.

 

About Emiliano

Guarda anche

Porsche Taycan, il “pieno” si fa al distributore

Grazie a una collaborazione tra Porsche Italia, Q8 e Enel X, verranno realizzate stazioni di ricarica …