Volkswagen: la Cina per conquistare la leadership nell’elettrico

Al Volkswagen Group Media Event, andato in scena alla vigilia del Salone Internazionale dell’Auto di Pechino, il Gruppo Volkswagen ha sottolineato il proprio impegno nel fornire al mercato cinese soluzioni innovative per la mobilità individuale, delineando la propria visione che lo colloca come player di riferimento in una nuova era, fatta di soluzioni per la mobilità intelligenti, sostenibili e a misura d’uomo.

A supporto del progetto, fino al 2022 il Gruppo e le joint venture metteranno a disposizione circa 15 miliardi di Euro per investimenti diretti in mobilità elettrica, guida autonoma, digitalizzazione e nuovi servizi. Nel corso della serata sono inoltre state presentate dieci vetture. Anche Herbert Diess, nuovo CEO del Gruppo Volkswagen, ha partecipato all’evento. Oltre alla sua nomina, il Consiglio di Amministrazione e il Consiglio di Sorveglianza del Gruppo Volkswagen hanno annunciato una riorganizzazione aziendale, che getta le basi per una gestione più efficiente del Gruppo e prevede la suddivisione in sei aree di business oltre alla regione cinese.

Volkswagen I.D. Vizzion CC. GreenMotorsport

Volkswagen caccia Müller, al suo posto l’ex BMW Diess: l’elettrico e la Cina le priorità

“Come principale mercato automobilistico a livello mondiale, la Cina gioca un ruolo fondamentale per tutti i Marchi del Gruppo” ha affermato Diess. “Il forte legame con le nostre joint venture e i nostri partner rimarrà tale. Stiamo intensificando gli sforzi per rendere la mobilità più pulita, più sicura e più intelligente, e far sì che possa migliorare la vita delle persone. Avvieremo la produzione locale di veicoli elettrici in almeno sei stabilimenti entro il 2022”.

Jochem Heizmann, Membro del Consiglio di Amministrazione di Volkswagen AG nonché Presidente e CEO di Volkswagen Group China, ha dichiarato: “Sono le persone a muovere Volkswagen, e proprio per questo le mettiamo al centro del nostro progetto, con l’obiettivo di fornire loro le migliori soluzioni di mobilità.

Volkswagen Group China è pioniere della mobilità individuale nel Paese da oltre 30 anni, e in questo senso l’iniziativa “People’s Mobility” assume un valore ancora più rilevante: dar forma a una mobilità individuale futura intelligente e sostenibile, insieme ai nostri partner, è alla base del nostro impegno”.

La Golf del futuro? Sarà sicuramente elettrica ed assomiglierà alla Volkswagen ID

Il Gruppo intende essere all’avanguardia nelle aree chiave per il futuro della mobilità, che sarà determinato dall’elettrificazione delle auto, per una riduzione significativa dell’inquinamento, e dalla diffusione di tecnologie come l’intelligenza artificiale, per innalzare il livello di comfort. Il quadro sarà completato dall’introduzione di concept di gestione del traffico intelligenti, per rendere le città più vivibili. Tutti questi elementi, insieme alla guida autonoma, consentiranno di fornire a chiunque un facile accesso alla mobilità individuale. Nell’ambito della Roadmap E, la più ampia offensiva elettrica del settore, Volkswagen introdurrà in Cina 40 NEVs (New Energy Vehicles) nei prossimi 7-8 anni.

Prossimo passo: la quarta dimensione della “People’s Mobility”

Il Gruppo vuole inoltre portare la “People’s Mobility” nella “quarta dimensione della mobilità”, in cui l’auto sarà un dispositivo intelligente e autonomo incorporato in un ecosistema digitalizzato. In questa nuova era, fatta di una mobilità sostenibile incentrata sulle persone, Volkswagen Group China sta stringendo partnership in campi di fondamentale importanza: dall’intelligenza artificiale, con Mobvoi, ai servizi di mobilità attraverso Mobility Asia e il suo brand ezia. Grazie all’accordo con Shouqi, Volkswagen Group China espanderà le proprie attività mettendo a disposizione servizi come ride- hailing, car-sharing e la cosiddetta last-mile mobility per tutti, in ogni situazione. E in collaborazione con Didi Chuxing, Volkswagen Group China sta esplorando progetti che hanno come oggetto mobilità, smart city, guida autonoma e robo-taxi.

Volkswagen ha in mano le sorti dell’auto elettrica: 24 miliardi di investimenti e 16 siti produttivi

Le joint venture di Volkswagen Group China avranno un ruolo essenziale nel portare avanti il programma “People’s Mobility”. FAW-Volkswagen sta costruendo un ecosistema intelligente di riferimento per il settore: connesso in rete, offrirà agli utenti un’esperienza sicura, confortevole e personalizzata. Identificherà proattivamente le necessità dei Clienti e ottimizzerà costantemente la user experience integrando il sistema digitale, a cui saranno connessi settori come ricerca e sviluppo, produzione, tutela della qualità, vendita e postvendita.

Volkswagen I.D. CC. GreenMotorsport

SAIC-VOLKSWAGEN è impegnata nello sviluppo di prodotti su misura e user-friendly e di servizi innovativi per soddisfare le esigenze dei Clienti, in continua evoluzione. Oltre ai veicoli equipaggiati con i tradizionali motori a combustione, SAIC- VOLKSWAGEN proporrà modelli NEV e servizi innovativi basati su internet.

JAC Volkswagen, la nuova joint venture tra Volkswagen Group China e Anhui Jianghuai Automobile Group Corp., Ltd. (JAC), è un altro esempio di come il Gruppo proponga soluzioni di mobilità elettrica con prodotti e concept innovativi. Il nuovo marchio SOL promuoverà lo sviluppo del mercato NEV in Cina. La joint venture ha un piano ben definito, che comprende servizi relativi a componentistica, connettività e big data, pagamenti elettronici e progetti di ricerca e sviluppo, mentre un nuovo accordo
con Zhejiang Tmall Technology Company Ltd. darà vita a un modello di business innovativo.

Nel corso del Media Event, JAC Volkswagen ha presentato il suo primo modello, SOL E20X: un SUV puramente elettrico progettato per il mercato cinese, con un’autonomia pari a oltre 300 km NEDC, che offrirà caratteristiche come A.I. e connettività intelligente.

Volkswagen I.D. CC. GreenMotorsport

L’elettrica Volkswagen ID arriverà prima di quanto pensi

Il futuro è adesso: molti nuovi modelli al Salone dell’Auto di Pechino 2018

La Audi A8L segna l’inizio di una nuova era per il design del Marchio e dispone di oltre 40 sistemi di assistenza alla guida, per una maggiore sicurezza e un comfort ancora più elevato, insieme a display touchscreen futuristici. La Porsche Mission E Cross Turismo propone un design emozionale con elementi off-road, nuovi display e concept di controllo, ed è equipaggiata con una batteria ad alte prestazioni da 800 volt e tempi di ricarica ridotti. La Volkswagen I.D. VIZZION, ammiraglia della famiglia I.D., è sinonimo di una mobilità elettrica innovativa, di altissimo livello, completamente automatica e facilmente accessibile.

[Fonte: C.S. Volkswagen]

About Emiliano

Guarda anche

Recensione Ford Puma ST Line X Hybrid 125 cv: quanto consuma l’ibrida americana che è bella e balla

Abbiamo provato la Ford Puma ST Line X Hybrid 125 cv