Il Volkswagen e-Bulli è un gioiello, ma il prezzo è un po’ assurdo

La Volkwagen in collaborazione con eClassics, l’azienda tedesca specializzata in retrofit di auto endotermiche, presenta l’eBulli, la versione elettrica del furgone degli anni ’60. Si tratta di un progetto di retrofit dove la base donatrice, un T1 Samba prodotto nel 1966, oltre a essere stata restaurata, è stata convertita in elettrica.

Un nuovo motore elettrico

Il motore termico boxer è stato infatti sostituito con un più efficiente powertrain elettrico da 83 CV con una coppia di 212 Nm, alimentato da una batteria agli ioni di litio da 45 kWh che consente di percorrere fino a 200 km con un “pieno”. La velocità massima è di 130 km/h.

Il pieno si fa velocemente

L’accumulatore può essere ricaricato in corrente continua attraverso il connettore CCS fino a 50 kW di potenza o in alternata fino a 22 Kw.

La Qualità è indiscutibile

Il progetto di conversione in elettrico dell’e-Bulli è stato fatto con tutti i crismi. L’estetica è stata chiaramente mantenuta originale e arricchita soltanto da fari e fanali a led e da una nuova variante cromatica arancione e bianca. Anche gli interni sono stati migliorati grazie all’introduzione di materiali di qualità come il pellame e il legno del pavimento.

Non manca nemmeno un sistema audio che, pur essendo vintage nell’estetica, è stato dotato di tecnologie come l’USB o l’audio Dab+. L’eBulli può poi essere associato a uno smartphone con cui è possibile, tra le altre cose, il monitoraggio dello stato di ricarica.

Il (caro) prezzo

Si tratta ovviamente di un oggetto da collezione ma il prezzo di 64900 euro non può essere di certo definito alla portata di tutti.

About Redazione

Guarda anche

Auto elettriche: il glossario sulla mobilità. Facciamo chiarezza tra HEV, BEV, PHEV e MHEV

Sono diverse le sigle inerenti il mondo delle auto elettriche e della mobilità elettrica su …