“L’auto del futuro non sarà soltanto elettrica, ma anche connessa, e sempre più autonoma”, parola del CEO di VW Diess

Il Gruppo Volkswagen espande le proprie ottime relazioni commerciali nella Repubblica Popolare Cinese. Come parte della quinta consultazione fra il governo cinese e quello tedesco, Volkswagen Group China ha firmato una lettera di intenti con il Gruppo FAW, partner di lunga data nelle joint venture, e con il China Intelligent and Connected Vehicles (Pechino) Research Institute Co. Ltd. (ICV). Gli accordi comprendono le aree della mobilità elettrica, della connettività, dei servizi di mobilità e della guida autonoma. Il giorno precedente Volkswagen Group China e le Case automobilistiche JAC e SEAT avevano firmato una lettera di intenti sottolineando il loro impegno per la e-mobility. Lo scopo delle partnership è di alimentare in modo forte e sistematico l’ampia offensiva elettrica del Gruppo e di applicare le nuove tecnologie insieme ai partner cinesi.

Recensione Tesla Model X: lusso allo stato elettrico [VIDEO]

Herbert Diess, CEO del Gruppo e Presidente del Consiglio di Amministrazione della marca Volkswagen, ha affermato: “L’auto del futuro non sarà soltanto elettrica, ma anche connessa, e sempre più autonoma. Ciò preverrà gli incidenti, diminuirà il traffico e ridurrà drasticamente l’inquinamento acustico e i gas di scarico. Espandendo queste partnership il Gruppo Volkswagen intende rafforzare la propria posizione nel mercato cinese, che ha un’importanza significativa”.

Durante la cerimonia ufficiale a Berlino, Jochem Heizmann, Membro del Consiglio di Amministrazione di Volkswagen AG e Presidente e CEO di Volkswagen Group China, ha aggiunto: “Le nuove partnership rappresentano ulteriori pietre miliari della nostra offensiva elettrica nel mercato cinese. Lavorando con le nuove joint venture e quelle già consolidate stiamo sviluppando un futuro elettrico, intelligente e sostenibile per la mobilità individuale dei nostri Clienti in questo Paese”.

Prova su strada Ford Mondeo Hybrid Vignale: facciamoci cullare dal lusso dell’ibrido

Le collaborazioni prevedono lo sviluppo e la produzione di componenti per i New Energy Vehicles (NEV), l’espansione della connettività dei veicoli e dei servizi dati, e il potenziamento della guida autonoma. Altri piani prevedono anche lo sviluppo a livello nazionale di una infrastruttura di ricarica per batterie e di tutti i business ad esso collegata.

La Repubblica Popolare Cinese è il più grande mercato al mondo per la e-mobility. Come parte della vasta offensiva elettrica chiamata “Roadmap E”, il Gruppo Volkswagen prevede di consegnare circa 1,5 milioni di NEV ai Clienti nel 2025. Nei prossimi 7 / 8 anni, l’Azienda intende introdurre circa 40 fra nuovi veicoli totalmente elettrici prodotti localmente e ibridi plug-in costruiti dalle marche Volkswagen, Audi, ŠKODA, SEAT e dalla nuova joint venture con JAC.

Entro il 2022 il Gruppo Volkswagen e i suoi partner in Cina investiranno circa 15 miliardi di Euro in settori del futuro come e-mobility, guida autonoma, digitalizzazione e nuovi servizi di mobilità, a cui si aggiungeranno anche spese di ricerca e sviluppo per nuove tecnologie e progetti di mobilità.

Volkswagen I.D. R Pikes Peak_greenmotorsport

Jochem Heizmann ha affermato: “Il Gruppo Volkswagen e la Cina sono forti partner da più di 30 anni. La Repubblica Popolare gioca un ruolo molto speciale nella nostra Azienda in qualità di più grande mercato automotive al mondo e di uno dei maggiori siti produttivi. Qui stiamo costruendo la più avanzata infrastruttura per supportare la vasta offensiva SUV e la strategia Roadmap E”. SEDRIC fornisce un’anticipazione importante del futuro della mobilità, nel quale il traffico urbano sarà gestito in modo intelligente”.

La concept car SEDRIC è apripista nello sviluppo di tecnologie chiave. Come parte del programma per il futuro TOGETHER – Strategy 2025, il Gruppo si è posto l’obiettivo di diventare leader a livello globale nella mobilità elettrica, nella guida autonoma, nella digitalizzazione e in nuovi servizi di mobilità. SEDRIC combina tutte queste aree che guardano al futuro in un singolo concept. Durante il test drive, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il Premier cinese Li Keqiang hanno avuto modo di toccare con mano il fascino della guida autonoma e di dare uno sguardo al futuro del Gruppo Volkswagen. Durante le consultazioni fra i due governi si è parlato anche del ruolo chiave della Cina come area di business all’interno del Gruppo Volkswagen e della mobilità a zero emissioni del futuro.

Fra gli sforzi per plasmare il futuro della mobilità uno dei progetti maggiori riguarda l’introduzione delle tecnologie nella produzione di serie della famiglia Volkswagen I.D.. Questi modelli totalmente elettrici e completamente connessi cominceranno a circolare su strada in Europa, Cina e Nord America a partire dal 2020, cominciando dalla compatta I.D. con un’autonomia fino a 600 km. La famiglia sarà anche pronta per la guida autonoma: i relativi sistemi saranno integrati e ampliati passo dopo passo. Il futuro di Audi sarà altamente connesso, automatizzato ed elettrificato. Con la nuova etichetta Audi AI, la marca premium parte dai molti anni di esperienza con concept car pilotate e combina gli innovativi sistemi Audi e le tecnologie con l’intelligenza basata sull’elettronica.

[Fonte: C.S. Gruppo Volkswagen]

About Emiliano

Guarda anche

Auto elettriche: il glossario sulla mobilità. Facciamo chiarezza tra HEV, BEV, PHEV e MHEV

Sono diverse le sigle inerenti il mondo delle auto elettriche e della mobilità elettrica su …