Tesla: con l’arrivo della Model Y, la Model X e la Model S in Europa “sono a rischio”. Musk deve puntare sui servizi

La Tesla Model S sta soffrendo molto la concorrenza in famiglia della più economica Model 3. Il risultato è che, specie in Europa, molti nuovi acquirenti Tesla hanno deciso di orientarsi verso la Model 3, che, tra le altre cose, può contare su dimensioni decisamente più “europee”.

La svolta di Tesla: la Model 3 e la Y saranno fondamentali. Addio a Model S e Model X?

Il risultato di queste nuove preferenze, sono i numeri che, trimestre dopo trimestre, stanno diventando sempre più impietosi per la Model S. La berlina premium Model S e la suv Model X (nella trimestrale i dati sono forniti aggregati) hanno totalizzato, insieme, solo 14.500 unità, rispetto alle 77.634 Model 3.

La Tesla Model 3 “schiaccia tutti”: è lei la regina delle elettriche

I nuovi utenti Tesla hanno quindi deciso di puntare dritto sulla Model 3, piuttosto che sulla Model S. La Model X, essendo uscita sul mercato più tardi, ed essendo una suv, riesce a generare ancora dei discreti numeri, che, però, potrebbero crollare, nel senso letterale del termine, con l’arrivo sul mercato della Model Y.

La Model Y, che arriverà il prossimo anno, si andrà a posizionare un gradino sotto la Model X ed avrà un prezzo di partenza di 58.000 euro, decisamente meno rispetto ai 94.400 della Model X.

Le dimensioni della Y rispetto alla X sono inferiori: 504/207/168 contro 478/185/160 cm della Y. Inoltre, anche la Y offre la configurazione a sette posti. Quindi, in Europa, è facile pensare che la Model X possa essere spazzata via dalla neo-arrivata Model Y.

Il segmento premium per la Tesla non è più così prioritario, tanto che la casa americana sta puntando tutto sull’aumento della produzione piuttosto che sul segmento premium dove i margini sono più alti.

Tesla Model S 100D

Che futuro per la Model X e per la Model S?

La Tesla se davvero vuole tenere in vita i due modelli, deve puntare sui servizi, offrendo qualcosa in più ai nuovi acquirenti che decidono di optare per le due auto premium. E non stiamo parlando di contenuti, perché gli utenti Tesla hanno dimostrato di non dare troppa importanza alle finiture della propria auto, bensì di servizi. E allora ecco che offrire le ricariche gratuite a vita può rappresentare una delle possibili soluzioni per dare una scossa alle vendite dei due modelli. Ma da sola potrebbe non bastare.

Tesla: perché offrire i Supercharger gratis a vita è una mossa perfetta

About Redazione

Guarda anche

Volkswagen ID.Life: “l’antipasto” della ID.2, l’elettrica da 20mila euro

La Volkswagen ID.Life, presentata al Salone dell’Auto di Monaco, rappresenta un “antipasto” della ID.2, ossia l’elettrica …