Nuovo record di autonomia per la Hyundai Kona elettrica

Tre esemplari di Hyundai Kona Electric hanno stabilito un nuovo record di autonomia per i veicoli elettrici della casa coreana.

La sfida era semplice: riuscire a percorrere oltre 1.000 chilometri sul circuito di Lausitzring, in Germania, con una singola carica. Tutti e tre gli esemplari del SUV compatto 100% a zero emissioni di Hyundai hanno superato con facilità il test, noto anche come “hypermiling”, fermandosi prive di carica dopo aver percorso oltre 1.000 chilometri.

Hyundai Kona elettrica: fino a 1.000 km con una singola ricarica

Nello specifico i tre esemplari hanno percorso 1.018,7, 1.024,1 e 1.026 chilometri. Inoltre, in relazione alla batteria utilizzata con capacità di 64 kWh, ogni singolo valore raggiunto dalle tre Kona Electric rappresenta un altro record, in quanto il consumo di energia delle auto di 6,28, 6,25 e 6,24 kWh/100 km è ben al di sotto del valore standard di 14,7 kWh/100 km determinato dal ciclo medio combinato WLTP.     

I modelli di Kona utilizzati sul circuito di Lausitzring fanno parte della produzione di serie, e offrono quindi una autonomia di 484 chilometri secondo lo standard WLTP.

Inoltre, i tre SUV compatti da 204 cavalli sono stati guidati da diversi conducenti che si sono alternati durante i tre giorni di prova, senza modificare i sistemi di assistenza. Dekra, l’organizzazione che gestisce il circuito di Lausitzring dal 2017, ha garantito che tutto andasse secondo i piani durante la prova, grazie al lavoro dei suoi ingegneri che hanno monitorato i veicoli e tenuto traccia di ciascuno dei 36 cambi di pilota.    

Tre diverse squadre     

Tre diverse squadre hanno gareggiato l’uno contro l’altra sul circuito di Lausitzring: un team di collaudatori della rinomata rivista di settore Auto Bild, una squadra rappresentata dai tecnici del reparto post vendita di Hyundai Motor Deutschland e infine un team composto dai membri dell’ufficio stampa e del dipartimento marketing dell’azienda.

I tre equipaggi hanno guidato con la massima efficienza usando tutta l’energia disponibile esclusivamente per la propulsione del motore. Soltanto la luce di posizione diurna è rimasta accesa, in modo da soddisfare i requisiti legali per la circolazione stradale. Per il test sono stati utilizzati gli pneumatici Nexen Nfera SU1 a bassa resistenza al rotolamento, nelle misure 215/55 R17. 

La velocità media registrata dalle squadre è rimasta compresa tra i 29 e i 31 km/h. Anche se a prima vista possono sembrare velocità basse, la prova è stata effettuata simulando le tipiche condizioni di traffico urbano, incluse le ore di punta e i semafori, nonché le zone a 30 km/h delle aree residenziali.


About Redazione

Guarda anche

Porsche Taycan 4S, il lusso elettrico secondo Zuffenhausen

Tornano le storie di passione elettrica. Ancora una volta è protagonista assoluto il nostro lettore …