L’Hummer potrebbe rinascere elettrico

Il marchio Hummer è stato creato nel 1992 dall’americana AM General, costruttrice del veicolo per l’esercito americano noto come Humvee, in occasione dell’uscita dell’H1, la versione civile del famoso mezzo militare a stelle e strisce. Nel 1999 il marchio Hummer, sebbene la produzione rimanesse a cura della AM General, passò in mano della General Motors.

L’H3, il fuoristrada di dimensioni più “umane” (4.742 mm in lunghezza per 1.896 in larghezza e 1.893 in altezza) è stato l’ultimo veicolo prodotto dalla casa americana. Dopo la fallita trattativa di vendita nel 2009 alla cinese Sichuan,a febbraio 2010 la GM annuncia la conseguente chiusura dell’azienda.

La rinascita elettrica dell’Hummer

Secondo quanto riportato dal sito automobilemag, la General Motors avrebbe intenzione di riportare in vita il brand Hummer, questa volta però come un marchio di SUV completamente elettrici.

L’Hummer elettrico potrebbe riprendere i medesimi canoni stilistici del modello del ‘2000, quindi tetto squadrato, griglia a sette lamelle e dimensioni maxi.

Sulla base di quanto riportato in un rapporto della Reuters, un potenziale Hummer elettrico potrebbe sfruttare la piattaforma della GM destinata a ospitare le SUV di grandi dimensioni che verranno prodotti nello stabilimento di Detroit-Hamtramck a partire dal 2021.

La concorrenza sarà agguerrita

Il debutto dell’Hummer elettrico potrebbe essere collocato tra il 2023/2024. Sicuramente la concorrenza non mancherà visto che nel 2023 saranno già usciti i pick-up della startup americana Rivian R1T e R1S, e, soprattutto, il Cybetruck della Tesla.

About Redazione

Guarda anche

La Nio approda ufficialmente in Norvegia. E si porta dietro lo battery swap

La Nio sbarca ufficialmente in Europa. L’azienda cinese specializzata in mobilità elettrica a partire da settembre …