Auto elettriche: il glossario sulla mobilità. Facciamo chiarezza tra HEV, BEV, PHEV e MHEV

Sono diverse le sigle inerenti il mondo delle auto elettriche e della mobilità elettrica su cui diventa sempre più complicato districarsi. Cerchiamo quindi di fare chiarezza in merito.

Veicoli ibridi

Full hybrid 

Si parla di veicolo ibrido “full” (la tecnologia in cui Toyota è leader) quando a un motore a combustione interna è affiancato a uno elettrico. I veicoli ibridi “classici” abbinano a un motore endotermico un motore elettrico, la cui funzione è quella di ridurre i consumi in fase di accelerazione.  Questi veicoli non possono ricaricarsi dalla rete elettrica (la batteria si ricarica solo in fase di frenata) e non possono spostarsi in modalità solo elettrica. Nelle ibride full il motore elettrico funziona sia in autonomia che in sinergia con il motore a combustione.

Recensione Honda Jazz e:HEV: pochi fronzoli, tanta sostanza

Micro ibrido mild-hybrid o MHEV

Il “trucco” del sistema mild hybrid è che il piccolo motore elettrico da pochi CV (quello della Panda è da 5 CV) entra in funzione in avviamento e nelle partenze a bassa velocità. Questo motore elettrico è alimentato da una batteria a 12 volt che generalmente ha una capacità di 0,13 kWh, ed è in grado di ricaricarsi nei rallentamenti.Al di sotto dei 30 km/h è possibile far spegnere il tre cilindri semplicemente mettendo il cambio in folle. Il sistema micro ibrido è molto più economico del sistema full hybrid e il piccolo motore elettrico entra quindi in funzione solo in determinate circostanze.

Panda Hybrid, com’è e come va il pandino con l’ibrido leggero

HEV (Hybrid electric vehicle)

Si tratta dell’acronimo inglese di veicolo ibrido.

PHEV (Plug-in hybrid electric vehicle)

Sono i veicoli ibridi le cui batterie possono essere ricaricate anche dalla rete. La trazione può avvenire in modalità solo elettrico, fino ad esaurimento delle batterie, poi interviene il motore a combustione interna. Su queste vetture è possibile selezionare la modalità “solo elettrico” quando ad esempio si entra in un centro storico.

La Mitsubishi Eclipse Cross PHEV arriva in Italia: fino a 55 km in elettrico

Plug-in

Generica dicitura per indicare che il veicolo può essere ricaricato alla rete.

EVER (Electric vehicle extended range)

Tradotto significa veicolo elettrico ad autonomia estesa: questa terminologia è utilizzata per descrivere un veicolo ibrido in serie, ma facendo leva sul fatto che la trazione è fatta dal motore elettrico. Tecnicamente la definizione potrebbe calzare su un veicolo elettrico che abbina un motore endotermico, utilizzato come generatore di corrente e che garantisce una percorrenza minore o uguale a quella garantita dalla batteria. In pratica è utilizzato impropriamente anche per quei veicoli ibridi in serie, in cui l’autonomia percorsa grazie alla batteria è decisamente inferiore rispetto a quella percorsa grazie al motore endotermico.

Veicoli elettrici

Veicoli in cui la trazione è garantita esclusivamente da motore/i elettrico alimentato da un pacco batterie. Non è presente un motore a combustione interna.

EV (Electriv vehicle)

Veicolo elettrico. In generale si intendono i veicoli a batterie, ma potrebbe essere usato per altre tipologie di veicoli elettrici, ad esempio i tram.

Fiat Nuova 500 Elettrica: “Vi racconto i primi quattro giorni di utilizzo”

BEV (Battery electric vehicle)

La dicitura enfatizza il fatto che il veicolo elettrico sia alimentato a batterie.

FCEV (Fuel cell electric vehicle)

Veicolo elettrico con batterie a celle combustibili alimentate ad idrogeno.

Toyota Mirai in viaggio verso Pyeongchang a fianco dell’Italia Team

About Emiliano

Guarda anche

La Nio approda ufficialmente in Norvegia. E si porta dietro lo battery swap

La Nio sbarca ufficialmente in Europa. L’azienda cinese specializzata in mobilità elettrica a partire da settembre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *