Fiat 500 ibrida (Hybrid), com’è e come va l’ibrido leggero [RECENSIONE]

La Fiat 500 Hybrid è la versione ibrida leggera (QUI per capire le differenze tra le varie ibride) della famosa city car della casa italiana. Dopo aver provato la Panda Hybrid e la Lancia Ypsilon Hybrid, abbiamo quindi avuto modo di testare una delle utilitarie più famose di sempre.

Fiat 500 ibrida: linea senza tempo

Le linee della Fiat 500 Hybrid sono le “solite”, ossia quelle tondeggianti che ne hanno decretato il successo in Italia e in Europa. Di fatto oggi è difficile trovare trovare una city car che a distanza di tanti anni riesce a mantenere intatto tutto il suo fascino.

Meccanica tutta nuova: come funziona il Mild Hybrid

La Fiat 500 1.0 Hybrid sfrutta il medesimo pianale del vecchio modello (la nuova Fiat 500 elettrica invece è ingegnerizzata su un pianale quasi completamente inedito), tuttavia la meccanica è completamente nuova. A bordo troviamo infatti il “mille” tre cilindri FireFly, che sostituisce il 1.2 e che è abbinato a un piccolo motore-generatore elettrico da 5 CV, collegato a una batteria da 0,13 kWh, posizionata sotto il sedile sinistro, che si ricarica durante i rallentamenti. Il sistema Micro ibrido o Mild Hybrid affianca nelle fase iniziali le riprese del 1.0 tricilindrico da 70 cavalli. I consumi? Buoni, ma superiori rispetto a quanto dichiarato dalla Fiat. Abbiamo utilizzato la vettura esclusivamente in città “tirandole il collo”, registrando un consumo di circa 14-15 km/h. Con uno stile di guida più oculato è piuttosto semplice fare meglio. Bisogna poi precisare che non abbiamo usato la funzione “veleggio”, che al di sotto dei 30 km/h, con il cambio in folle, spegne il motore.

Interni stilosi 

La Fiat 500 ha degli interni molto riusciti, che mettono di buon umore gli occupanti. La plancia è infatti semplice e ben realizzata con richiami al vecchio modello come la fascia nello stesso colore della carrozzeria. Non manca un completo sistema multimediale con schermo da 7″, compatibile con Apple Car Play e Android Auto. La versione che abbiamo provato, la Hybrid Launch Edition, che ha un prezzo di listino di 22.050 euro, ha praticamente tutto di serie, inclusi i cerchi in lega da 16″. Si tratta di un prezzo elevato, ma è vero che è possibile beneficiare degli incentivi e di una scontistica che è sempre piuttosto robusta.

La città è il suo regno

La Fiat 500 Hybrid è una vettura concepita per la città, che quindi, proprio in questo contesto, dà il meglio di sé. La guida è piacevole, anche grazie all’ottimo cambio manuale e alla posizione di guida rialzata. Le sospensioni assicurano un buon filtro anche dal pavé e delle strade con manto irregolare. Se la cava bene anche fuori città, ma è meglio non esagerare troppo con la guida sprint. Peccato per la completa assenza dei sistemi di assistenza alla guida.

In conclusione

La Fiat 500 Hybrid si affianca alla Nuova Fiat 500 Elettrica e rimane una delle city car più gradevoli esteticamente e piacevoli da guidare. I consumi del “mille” con sistema micro ibrido sono buoni a patto di non esagerare troppo con l’acceleratore. Gli interni risultano ben assemblati e non mancano vezzi stilistici come i sedili realizzati in materiale riciclato. A chi consigliare la Fiat 500 Hybrid? Beh, il pubblico ideale è sicuramente giovane e magari femminile. Ma la 500 riesce a mettere d’accordo un po’ tutti.

Pro:

-Linea senza tempo

-Le prestazioni sono discrete

-Interni curati

Contro:

-Totale assenza dei sistemi di assistenza alla guida

-Non è di certo economica

 

 

About Emiliano

Guarda anche

Mercato auto elettriche Europa: Tesla Model 3 e Fiat 500 Elettrica sugli scudi

Giugno è stato un mese positivo per le auto elettriche, che in Europa sono risultate …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *